10

Apr
2020

I riti della settimana santa a Taranto

Pubblicato Da : lecomari/ 66 0

I Riti della settimana santa a Taranto

Dopo 76 anni si svolgeranno senza la presenza fisica dei fedeli a causa dell’emergenza.
La processione fra le più antiche d’Italia, risale al XVIII secolo e comincia il giovedì santo con la Processione della Beata Vergine dell’Addolorata: la statua della Vergine è portata in processione dalla Confraternita di Maria SS. Addolorata e San Domenico.
Il Venerdì Santo inizia la Processione dei Misteri, è organizzata dalla Confraternita di Maria SS. Del Carmine.
Il percorso LENTO dei “Perduni” l’esperienza più suggestiva di questo evento:
I Perdoni sono Confratelli della Chiesa del Carmine.
Procedono lentamente tra le vie della città con il dondolio continuo detto “nazzecata”.
 
Il loro nome forse deriva dai pellegrini che si recavano a Roma per chiedere il perdono dei propri peccati. Incedono scalzi indossando un camice bianco, un cappuccio bianco con due forellini all’altezza degli occhi, una corona di sterpi poggiata sul capo; guanti bianchi, un rosario nero appeso in vita con medaglie sacre ed un crocifisso oltre a una cinghia di cuoio nero attaccata in vita, rappresentante la frusta con la quale venne colpito Gesù, e due scapolari recanti rispettivamente le scritte ricamate “Decor” e “Carmeli”.
Portano inoltre un bastone alto circa due metri che simboleggia l’antico bastone dei pellegrini.
 

Lascia un commento

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.