We are social

Su misura per te.

Prova i nostri private tours

Il Pane di San Nicola

S. Nicola ha le sue tradizioni ???? ????, noi vogliamo omaggiare il santo e l’arrivo delle reliquie a Bari, appunto con una #tradizione:
Il Pane di San Nicola è una tradizione della festa di maggio a Bari, durante l’anniversario dell’arrivo delle reliquie di S. Nicola a Bari
I frati offrivano ai pellegrini il Pane di San Nicola dopo aver omaggiato il Santo ????
Era abitudine viaggiare in pellegrinaggio fino a Bari, alla Basilica di S. Nicola, a maggio in primavera ????????????, per onorare il Santo.
Il viaggio era a piedi, con un priore che guidava la compagnia. Questa persona conosceva molto bene le strade e i santuari dove fermarsi lungo il percorso
Con il bastone robusto a forma di pannocchia, ai piedi scarpe resistenti, in testa un cappello. Un po’ di biancheria di ricambio, le calze corte di lana per via delle lunghe camminate, un ombrello e una coperta di lana per la notte
Le provviste alimentari consistevano nel pane azzimo, o pane di frumento normale, olio in bottiglie piccole, taralli preparati con le uova, fave semilessate, qualche pezzo di lardo, il formaggio di capra e un po’ di vino portato in fiaschi ricavati da zucche a collo lungo.
Il tutto portato insacche di tela o in bisacce a tracolla
Si camminava dall’alba al tramonto, 30/40 km al giorno, si dormiva dentro le chiese o negli ospizi dei frati, oppure in qualche taverna che offriva accoglienza a prezzi modici.
Nell’800 e 900, i pellegrini arrivavano a Bari ed erano accolti dai frati custodi che davano loro accoglienza.
Arrivati alla meta, a Bari nella Basilica di San Nicola, ci si immergeva in una massa di genti provenienti da ogni dove, con accento o lingua diverse.
Si scendeva in cripta, si cantava e pregava presso la tomba del Santo.
Si partecipava alle funzioni religiose, e la comunione.
Naturalmente tutti i pellegrini chiedevano a S. Nicola la sua intercessione per avere la grazia, o la guarigione e soprattutto la buona salute per i bambini.
A partire dagli anni 20, venne offerto loro il Pane a forma di tarallo benedetto, come avviene tuttora. Il Pane di San Nicola.
Tornando a casa portavano via il pane benedetto, il santino, e l’ampollina con la manna trasudata dalle ossa del Santo, e un piccolo giocattolo per i bambini;
si sa che S. Nicola è il protettore dei bambini ????‍♀️????????‍♂️????
Il pane si regala, e lo si trova nei pressi della Basilica e al di sotto delle edicole votive in omaggio alla festa.
A Bari vecchia, sono i forni, che nelle notti fra 6, 7 e 8 maggio lo preparano, è facile riconoscerli perché mettono in esposizione all’ingresso della panetteria una forma di pane grande con S. Nicola raffigurato, e si possono prendere anche qui
Siamo certe che i pellegrini come anche tutti i curiosi torneranno a Bari per vedere la festa, omaggiare il Santo, assistere alle liturgie e prenderanno anche il Pane di S. Nicola ????
Abbiamo l’abitudine di fare qualche pagnotta a casa per regalarlo in famiglia, è di buon auspicio
Ricetta Il Pane di San Nicola
Ingredienti per 10 pani a forma di tarallo
3 kg Farina di grano duro
Lievito madre
Acqua a temperatura ambiente
Un po’ di sale
Far riposare la massa per circa 1 h
Cottura in forno a 200°  1 h
Preparazione: mettere sulla spianatoia tutti gli ingredienti e aggiungere poco per volta l’acqua.
Far riposare la massa per 1 h circa: Importante, in caso di serate o giornate molto umide, la lievitazione può durare più a lungo.
Stendere la massa e creare delle listarelle di pasta lunga e unire le 2 estremità formando un tarallo grande
Cuocere in forno
????3402671389
???? info@lecomaridipuglia.eu

Tag

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Weekly articles about traveling to make your live better than before

Sign Up For Our Newsletter

We promise you will not recieve spam from us. You can unsubscribe anytime